Ricerca

Ricerca

Visione, Politiche e Strategie della ricerca

Il DIMA riconosce all’attività di ricerca un ruolo fondamentale e prioritario in grado di cogliere le diverse sfide scientifiche, formative e manageriali in una prospettiva di sostenibilità, innovazione, imprenditorialità e internazionalità. Ne consegue che la visione della qualità del DIMA della ricerca consiste nel promuovere una ricerca di alto livello scientifico e rilevante outstanding internazionale, favorendo anche l’interdisciplinarità e la trasversalità della ricerca tra le diverse aree scientifiche coinvolte prestando attenzione alle esigenze del contesto economico e alla specificità del territorio di riferimento affinché i risultati della ricerca siano funzionali a dare risposte a reali bisogni e siano ampiamente disseminati.

In coerenza con tale visione, le politiche del DIMA sull’attività di ricerca sono volte:

  •  a sostenere la qualità e l’internazionalizzazione della ricerca effettuata dai componenti del Dipartimento;
  • al reclutamento di giovani ricercatori ad elevato potenziale per quanto concerne la qualità della ricerca e il suo posizionamento internazionale;
  • all’attrazione di finanziamenti tramite progetti di ricerca su bandi competitivi nazionali e internazionali.

Per ottenere tali risultati, il DIMA risulta costantemente impegnato nell’intensificazione di strategie volte a:

  1. sviluppare meccanismi operativi sempre più efficaci nel sostenere e stimolare i ricercatori e le ricercatrici ad investire continuativamente su una ricerca di alto livello scientifico e rilevante outstanding internazionale al fine di partecipare attivamente al dibattito scientifico sulle più importanti riviste e conferenze internazionali;
  2. facilitare il confronto di idee e metodi attraverso una continua e costante organizzazione di seminari di ricerca riservati alla presentazione e discussione di lavori di ricerca e nuove idee da parte dei visiting e dei componenti del Dipartimento;
  3. sostenere e premiare la partecipazione a bandi competitivi internazionali al fine di riuscire ad attrarre finanziamenti necessari per la crescita dei team di ricerca e per rafforzare la visibilità del DIMA;
  4. promuovere e rafforzare ulteriormente programmi di visiting (incoming e outgoing), accordi e interazioni con altri dipartimenti e centri di ricerca internazionali di eccellenza e collegamenti con le più importanti comunità professionali;
  5. accrescere la visibilità e la fruibilità dei prodotti della ricerca verso gli stakeholder territoriali principali tramite la promozione di reti che consentano di sviluppare la ricerca congiunta e commissionata dalle imprese;
  6. sviluppare il dottorato interateneo in ‘Accounting e management’ che dall’a.a. 2024/2025 avrà sede amministrativa presso il DIMA attraverso un posizionamento chiaro e distintivo in coerenza con le linee strategiche di sviluppo e con l’obiettivo di attrarre un sempre maggior interesse di giovani dottorandi. Il tutto in una logica, non solo di potenziamento della capacità di ricerca, ma anche di valorizzazione dei rapporti con le imprese e il mondo produttivo a supporto delle attività di trasferimento dell’innovazione e della conoscenza sul territorio;
  7. avviare il Centro per la ricerca e l’innovazione sui temi dell’Economia Circolare finanziato e supportato dalla Regione Veneto attraverso il quale si attiverà lo sviluppo di specifiche linee di ricerca sperimentali con lo scopo di disseminare, diffondere e trasferire i risultati sotto forma di pratiche innovative presso le imprese e il sistema delle amministrazioni pubbliche. Il Centro si articola in tre LAB: 1) circular supply chain: approvvigionamento, distribuzione, logistica e reverse logistics; 2) circular products & services: comportamento del consumatore e mercati di riferimento; 3) Governance della sostenibilità.

Attività

Strutture

Condividi